19/04/2016

Utile netto consolidato eccezionale, in aumento del 60%

Condividere su:

Riassunto
Nel 2005, il Gruppo Vaudoise Assicurazioni ha realizzato un utile netto consolidato di 44,1 milioni di franchi, superiore del 60% rispetto all’esercizio precedente. I risultati assicurativi e quelli finanziari hanno contribuito a questo risultato, il migliore in assoluto del Gruppo. Il Consiglio d’amministrazione proporrà all’Assemblea generale ordinaria del 23 maggio 2006 di versare un dividendo di 3 franchi per azione nominativa B, ossia il 20% in più dell’anno scorso.
Utile netto consolidato eccezionale, in aumento del 60%. 

Losanna, 19 aprile 2006 Nel 2005, il Gruppo Vaudoise Assicurazioni ha realizzato un utile netto consolidato di 44,1 milioni di franchi, superiore del 60% rispetto all’esercizio precedente. I risultati assicurativi e quelli finanziari hanno contribuito a questo risultato, il migliore in assoluto del Gruppo. Il Consiglio d’amministrazione proporrà all’Assemblea generale ordinaria del 23 maggio 2006 di versare un dividendo di 3 franchi per azione nominativa B, ossia il 20% in più dell’anno scorso.

Rolf Mehr, Amministratore delegato e Presidente della Direzione generale, ha dichiarato: "Il 2005 è stato un anno eccellente. La nostra decisione di acquistare il portafoglio patrimoniale de «La Suisse» Assicurazioni e di cedere il nostro portafoglio di previdenza professionale a Swiss Life ha sortito un effetto positivo sia sul piano degli affari sia in termini finanziari. Proprio come ci attendavamo, la redditività e la base finanziaria del Gruppo si sono rafforzate. Il sostanziale apporto della nostra filiale ValorLife (Liechtenstein) ha compensato il volume dei premi ceduti a Swiss Life. La maggior parte dei clienti «La Suisse» ha accettato il trasferimento dei loro contratti. La cifra d’affari del Gruppo è così cresciuta globalmente del 16,3%, attestandosi a CHF 1,9 miliardi".

Risultati consolidati in netto miglioramento

Le tre principali componenti del conto economico (risultati assicurazione vita e non vita, risultati finanziari) hanno contributo all’utile consolidato al lordo delle imposte di CHF 57,3 milioni contro i CHF 30 milioni del 2004.

Il settore dell’assicurazione vita ha chiuso con un avanzo di CHF 32,8 milioni (2004: CHF 37 milioni). La diminuzione si spiega con il trasferimento del portafoglio di previdenza professionale a Swiss Life. La cifra d’affari vita globale è cresciuta del 19,5%, raggiungendo quota CHF 1,3 miliardi (compresi i primi della previdenza professionale del 1° semestre 2005). La filiale ValorLife ha contributo a questo rialzo nella misura di CHF 821,1 milioni. Anche gli affari del 3° pilastro hanno registrato un’evoluzione positiva sul mercato svizzero (+7,8%).

Il settore non vita ha generato un’eccedenza di CHF 21,9 milioni, superiore del 12,6% al risultato dell’anno prima. I premi lordi sono progrediti del 9,5%, raggiungendo quota CHF 598,5 milioni. Questa crescita va ascritta alla ripresa dei portafogli RC, Cose e Autoveicoli de «La Suisse» Assicurazioni e all’apporto di nuovi affari dalla rete di vendita. Nonostante i costi record causati dalle intemperie, gli oneri netti dei sinistri sono rimasti stabili al 75,1% dei premi incassati. I programmi di riassicurazione hanno infatti consentito di neutralizzare gran parte delle spese provocate dalle catastrofi naturali.

In seguito alla cessione e alla ripresa di portafogli assicurativi, il volume degli investimenti è diminuito di CHF 1,9 miliardi. Al termine dell’esercizio, ammontava a CHF 6,7 miliardi, di cui 1,8 miliardi di investimenti per conto e a rischio di titolari di assicurazioni sulla vita.

Il Gruppo, che continua a privilegiare gli investimenti a tasso fisso, ha aumentato la quota-parte in azioni del 3,9% portandola al 4,6%. Grazie alla forte progressione degli utili di capitale, il totale dei risultati degli investimenti è aumentato del 2% attestandosi a CHF 365,1 milioni, mentre gli oneri sono regrediti del 16,1% a CHF 33,4 milioni. Il risultato netto degli investimenti tocca così quota CHF 331,7 milioni. Al conto tecnico sono stati attribuiti CHF 329,5 milioni, ossia CHF 22,2 milioni in più dell’anno precedente. Dopo detta attribuzione, il risultato del conto finanziario è nettamente migliorato rispetto al 2004: l’anno si è concluso con un’eccedenza di CHF 17,2 milioni contro la perdita di CHF 11 milioni dell’anno prima.

Per garantire un trasferimento ottimale del portafoglio patrimoniale, sono stati assunti 240 collaboratori de «La Suisse» Assicurazioni. Le spese generali sono pertanto aumentate (CHF 230,4 milioni, ossia +CHF 22,9 milioni). Il leggero soprannumero dell’organico verrà corretto a medio termine con pensionamenti anticipati e con le naturali fluttuazioni di personale.

Il capitale proprio del Gruppo Vaudoise è aumentato del 18,8% fissandosi a quota CHF 390,4 milioni. Le fonti principali di questa crescita sono gli utili annuali e l’evoluzione positiva degli investimenti. Anche la base finanziaria del Gruppo è in questo modo migliorata.

Rafforzamento della redditività delle società operative

La decisione strategica di cedere gli affari del 2° pilastro a Swiss Life e di riprendere il portafoglio patrimoniale de «La Suisse» Assicurazioni ha avuto, come previsto, risvolti positivi sui conti della Vaudoise Generale e della Vaudoise Vita. L’obiettivo di aumentarne la redditività è stato raggiunto.

Anche la base finanziaria della Vaudoise Vita è stata rafforzata con la liberazione di parte dei fondi propri prima devoluti al margine di solvibilità dell’assicurazione vita collettiva e al rafforzamento degli accantonamenti tecnici.

A fine 2005, il margine di solvibilità si situa al 150% per la Vaudoise Generale e al 283% per la Vaudoise Vita.

Risultati della Vaudoise Assicurazioni Holding in notevole rialzo

La Vaudoise Generale ha raddoppiato l’importo del dividendo versato alla Vaudoise Assicurazioni (CHF 6 milioni). La Holding realizza così un utile di CHF 4,6 milioni, in sensibile aumento rispetto all’anno precedente (CHF 1,1 milioni). Questo miglioramento si farà ancora più marcato dal 2006 con la ripresa del versamento dei dividendi da parte della Vaudoise Vita.

La decisione presa l’anno scorso di rendere l’azione Vaudoise accessibile a un pubblico più vasto dividendone il valore nominale per venti, convertendo le azioni al portatore in azioni nominative e passando al mercato secondario (local caps) è stata bene accolta dagli investitori. Il corso del titolo è aumentato del 36% in dodici mesi.

All’Assemblea generale sarà proposto il versamento di un dividendo di CHF 3.- per azione nominativa B, ossia il 20% in più rispetto all’anno precedente, e di CHF 0.10 per azione nominativa privilegiata A. L'Assemblea si pronuncerà anche sul rafforzamento del capitale proprio della Holding, vale a dire sull’attribuzione di CHF 2,5 milioni alla riserva generale e di CHF 1,0 milione alla riserva speciale.

Prospettive

Il Gruppo, il cui esercizio 2005 è stato eccezionale, si aspetta un esito meno spettacolare per l’anno in corso. Continuerà a puntare all’equilibrio tra i settori non vita e vita, e alla redditività più che alla crescita del volume d’affari.

Le condizioni per uno sano sviluppo del Gruppo sono date.

 

Informazioni dalle ore 12

Bernard Grobéty, vicedirettore generale e CFO, tel. diretto 021 618 82 22

Il Gruppo Vaudoise Assicurazioni

Con un volume di premi di 1,9 miliardi di franchi, il Gruppo Vaudoise Assicurazioni, fondato nel 1895, è attivo in tutta la Svizzera con 91 agenzie distribuite in 17 regioni. Il suo obiettivo è quello di rafforzare la sua presenza soprattutto nella Svizzera tedesca. La Vaudoise è l’unica compagnia di assicurazioni indipendente romanda e fa parte dei dieci più importanti assicuratori privati del mercato svizzero. L’organico del Gruppo si aggira attorno ai 1350 dipendenti e un centinaio di apprendisti. Le azioni della Vaudoise Holding sono quotate allo SWX Swiss Exchange.