FAQ - Coronavirus

Aggiornato il 26.03.2020

Privati

Ho stipulato un’assicurazione Annullamento viaggi (Travel). Posso farmi rimborsare il soggiorno?

Facciamo riferimento alla data dell’OMS.

  • 11.3.2020: annuncio della pandemia

Innanzitutto, la Vaudoise raccomanda di rivolgersi direttamente all’agenzia di viaggio, all’albergo, alla compagnia aerea ecc. per trovare una soluzione alternativa (rinvio del viaggio) od ottenere un rimborso di quanto già pagato. 

Al momento, i fornitori di servizi in questo campo stanno dando prova di notevole flessibilità. 

Se tuttavia non si giungesse a un accordo, la Vaudoise copre le spese di annullamento nelle situazioni seguenti: 

  • vacanze prenotate con data di partenza prima dell’11.3.2020 a destinazione della Cina (incluso Hong Kong), dell’Iran, del Giappone, dell’Italia, della Corea del Sud, di Singapore e di Israele;
  • vacanze prenotate con data di partenza tra l’11.3.2020 e il 30.4.2020 in tutto il mondo, compresa la Svizzera, per qualsiasi viaggio superiore alle 24 ore.

Non è invece accordata alcuna copertura per i casi seguenti: 

  • vacanze prenotate con data di partenza dopo l’1.5.2020;
  • vacanze prenotate dopo il 11.3.2020, indipendentemente dalla data del viaggio.

Potete notificare un sinistro al rimando seguente: https://vaudoise.eclaims.europ-assistance.com/#

In alternativa, è possibile scaricare l’apposito modulo: https://www.vaudoise.ch/it/service-center/notifica-del-sinistro 

Vi preghiamo di fornirci tutti i documenti inerenti alla prenotazione, all’annullamento e al rifiuto del fornitore di prestazioni di rimborsarvi.

 

Qual è il tempo di attesa per la gestione di un caso di annullamento di viaggio?

Facciamo il possibile per ridurre i tempi di attesa ma, in considerazione del volume di richieste, non possiamo garantire una risposta prima di quattro-sei mesi. Scusandoci per il disagio, ringraziamo sin d’ora per la comprensione e la pazienza.

Chi beneficia di un’assicurazione Annullamento viaggi (Travel)?

I clienti titolari di un’assicurazione Autoveicoli o Moto con i rischi Responsabilità civile, Casco e Occupanti beneficiano dell’assicurazione Annullamento viaggi.

Maggiori informazioni all’indirizzo https://www.vaudoise.ch/it/privato/assistenza/assistenza

 

Dove trovo informazioni in merito all’evoluzione del coronavirus e alle zone a rischio? 
In caso di domande sui rischi, sui viaggi, sui sintomi, sulle diagnosi, sul trattamento e sulla protezione contro il coronavirus, potete consultare il sito dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Aziende

L’assicurazione Perdita di guadagno malattia copre le assenze legate al coronavirus?

Se un collaboratore è contagiato dal coronavirus (Covid-19), si ammala e i suoi sintomi lo rendono incapace al lavoro, le prestazioni assicurate sono versate.

La Vaudoise non versa invece prestazioni se un collaboratore, contagiato o no, non presenta sintomi che gli impediscano di lavorare ed è posto in quarantena. In tal caso, il Consiglio federale ha previsto un’indennità specifica. La domanda va presentata alla cassa di compensazione.

Trovate maggiori ragguagli sul sito dell’Ufficio federale delle assicurazioni sociali.

Se un collaboratore in disoccupazione a causa del coronavirus si ammala, ha diritto a prestazioni dell’assicurazione perdita di guadagno malattia? 

Se un collaboratore in disoccupazione a causa del coronavirus si ammala ed è incapace al lavoro, le prestazioni garantite nel quadro dell’assicurazione perdita di guadagno malattia sono versate. L’indennità giornaliera è calcolata sulla base del reddito che il collaboratore avrebbe ottenuto se avesse potuto lavorare.

L’assicurazione contro gli infortuni (LAINF) prevede una presa a carico a titolo di malattia professionale per il personale curante?

La presa a carico come malattia professionale da parte dell’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni (LAINF) soggiace a criteri molto stretti. L’infezione deve infatti essere legata in misura preponderante (secondo i casi) all’attività professionale, ragione per la quale la Vaudoise esamina individualmente ogni caso.

La Confederazione prevede indennità per perdita di guadagno specifiche nel quadro delle misure contro il coronavirus?

Il 20 marzo 2020, il Consiglio federale ha adottato provvedimenti per attenuare le ripercussioni economiche dell’ulteriore diffusione del coronavirus sulle imprese e sui rispettivi dipendenti. Essi entrano in vigore immediatamente, hanno effetto retroattivo a partire dal 17 marzo 2020 e una durata limitata a sei mesi.

Chi ha diritto a un’indennità?

  • I genitori con figli di età inferiore ai 12 anni compiuti che devono interrompere la propria attività lucrativa perché la custodia dei figli da parte di terzi non è più garantita
  • Le persone che devono interrompere la propria attività lucrativa perché sono state messe in quarantena
  • Le persone esercitanti un’attività lucrativa indipendente che subiscono una perdita di guadagno a causa della chiusura di attività o del divieto di svolgere manifestazioni ordinati dal Consiglio federale
  • Gli artisti lavoratori indipendenti i cui ingaggi sono stati cancellati o che hanno dovuto disdire una propria manifestazione

Trovate informazioni aggiornate sul sito dell’Ufficio federale delle assicurazioni sociali.

Il coronavirus mi obbliga a interrompere l’esercizio. Verrò indennizzato per la perdita di guadagno?

Nel quadro dell’assicurazione Inventario commerciale, la perdita d’esercizio è assicurata se si verifica un danno materiale (p.es. incendi, danni della natura, danni delle acque). Un’interruzione dell’attività a causa del coronavirus non è quindi coperta.

Nell’ambito della nostra estensione «Epidemia», invece, i danni legati all’interruzione totale o parziale dell’esercizio sono presi a carico secondo l’importo convenuto contrattualmente, nella misura in cui un’autorità competente 

  • ordini la chiusura o la messa in quarantena dell’azienda 

o

  • vieti l’attività alle persone occupate nell’azienda.
Dove trovo informazioni ufficiali per mantenere nelle migliori condizioni possibili la mia attività in caso di pandemia?
In collaborazione con il gruppo di lavoro Influenza e con la Segreteria di Stato dell’economia, l’UFSP ha concepito uno strumento di lavoro che permette alle aziende e alle amministrazioni pubbliche di analizzare la loro situazione, e di adottare misure preventive adeguate. Trovate maggiori informazioni al sito della SECO